La Notizia

Vinitaly rinviato al 14 giugno. L’annuncio ieri da parte del direttore generale Giovanni Mantovani. Con Vinitaly slittano anche Vinitaly and the City, Sol & Agrifood. A rischio anche Cibus al momento prevista per l’11/14 maggio. La manifestazione veronese, hanno spiegato i vertici, è stata decisa anche a fronte delle restrizione imposte da Trump e da altri Paesi nei confronti dell’Italia, che avrebbero pregiudicato la loro presenza. Anche i produttori giudicano positivamente la scelta, mentre da Verona fanno sapere che questo Vinitaly a giugno, insieme a Cosmoprof e Salone del Mobile, rappresenterà il rilancio dell’Italia nel mondo. @ La crisi economica connessa al diffondersi del Coronavirus si riflette anche sui ristoranti e sui loro fornitori. Anche l’ittico secondo Federpesca inchioda e fa segnare -20%. @ Milano prova a rialzarsi: lo dice Davide Rampello intervistato sulle pagine di Repubblica. “La città non ha colpe - spiega - è stata tradita da una disavventura e sta reagendo bene. All’estero capiranno e alla fine ci ammireranno”. @ Intanto l’emergenza sanitaria sta mostrando come tutti, in tutto il mondo, siamo interconnessi e come in questi casi ci sia bisogno di risposte unitarie. Lo scrive Paolo Massobrio su Avvenire.

Dai giornali al gin tonic. La casa del cioccolato

A Torino le edicole diventano cocktail bar. E’ la soluzione con cui la giunta Appendino ha deciso di far fronte alle numerose chiusure dei chioschi. Le edicole potranno quindi essere riconvertite in piccoli centri di ristoro, ma a patto che prima diventino di proprietà comunale. “Sono tanti i soggetti privati che hanno portato dei progetti in questi anni - ha spiegato l’assessore al Commercio Alberto Sacco - Dai più piccoli, che vorrebbero farci attività sociali, sino alle grandi catene di food”. (Italia Oggi) @ Buone notizie in casa Lindt. Il marchio svizzero del cioccolato si prepara a spegnere 175 candeline con l’apertura, a Kilchberg, vicino a Zurigo, della sua “Casa del Cioccolato”, un mega-store che ospiterà non solo il negozio brandizzato più grande del mondo, ma anche una mostra multimediale, un caffè, un laboratorio per vedere le diverse fasi della lavorazione del cioccolato e una fontana di 9 metri. L’annuncio arriva a chiusura di un anno positivo per l’azienda, che nel 2019 ha segnato un +4,5% di ricavi con un dividendo straordinario. (Italia Oggi).

Ho capito bene?

Non c’è mai limite al peggio. Mentre l’Italia sta affrontando un’importante emergenza sanitaria, in Francia c’è chi gioca sul Coronavirus per rispolverare l’annosa antipatia tra Roma e Parigi. E’ il caso di Canal +, canale francese che ha mandato in onda lo spot di una inesistente “pizza corona” prodotta in un fantomatico forno italiano da un pizzaiolo un po’ malaticcio, che sul finale “condisce” il piatto con uno sputo. Immediata la risposta dell’Italia: il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha chiesto all’emittente di “Rispettare i nostri prodotti e il made in Italy” sottolineando che in queste circostanze “I media avrebbero l’obbligo morale di fornire un’informazione corretta sulla reale dimensione del fenomeno”. L’emittente, dopo aver rimosso lo spot si è scusata “Per la trasmissione di una breve sequenza di pessimo gusto, specialmente nel contesto attuale”. (Avvenire, QN, Il Giornale)

 

L'assaggio

Al Cannavacciuolo Cafè & Bistrot (p.zza Martiri della Libertà, 1 • tel. 0321 612109) di Novara. Nel cuore della città, in un ambiente elegante in stile bistrot, una sosta ideale in ogni ora del giorno che declina una proposta piena di fascino. In tavola si gustano crudo di ricciola, insalatina di papaya, cipollato e sesamo, risotto con i ricci di mare, capperi e acciuga, pin di coda di vitello, patate sotto cenere, bergamotto e yogurt di bufala e maialino, cipollotto e midollo. Su ilGolosario.it la sosta di Domenico Arecco.

 

Il Vino

Il Südtiroler Doc Sauvignon 2018 di Ritterhof (tel. 0471 963298) di Caldaro (BZ). All’assaggio ha colore giallo paglierino intenso, con riflessi dorati, profumi di frutta esotica, foglia di pomodoro e pesca, sorso fresco e di grande sapidità, che si distende armonico, per chiudere con un finale di buona lunghezza.