Basilicata Aglianico “Terra Aspra” - Matera Rosato “Terra Aspra” (primitivo)
TOP HUNDRED Matera Primitivo “Terra Aspra”

Testo publiredazionale

Tenuta Marino nasce in Basilicata, nel territorio del Parco Nazionale del Pollino. Si trova a circa 500 metri sul livello del mare e si estende sul territorio di tre comuni (Noepoli, San Giorgio, Senise) e due province (Matera, Potenza). A cavallo tra i due fiumi, Sinni e Sarmento, dalla tenuta si può godere della vista della diga di Monte Cotugno, la più grande d’Europa in terra battuta.

Francesco Marino, proprietario e gestore dell’azienda nella produzione frutticola già dagli anni settanta, è da sempre stato un estimatore del vino. Ha cominciato a produrre il proprio, grazie all’esistenza di una pianta di uva che cresceva, ostinata, vicino ai frammenti ai frammenti di una vecchia torre ottocentesca all’interno della sua azienda. Dalla vinificazione di quei grappoli è nato il suo aglianico.

I vigneti prendono nutrimento da questa terra aspra, accidentata, selvaggia e sono proprio queste caratteristiche, insieme ai benefici derivanti dalla presenza dei due fiumi, che conferiscono al vino determinate qualità. Le vigne sono circondate da terreni semi-pianeggianti che accolgono piantagioni di kiwi, albicocche, percoche, pesche e piante d’ulivo, piantagioni intervallate da boschi, alcuni dei quali adibiti al pascolo di cavalli e bovini.

La forma d’allevamento dei vigneti è a cordone speronato; questa tecnica predilige l’aspetto qualitativo alla produzione massiccia. L’affinamento avviene in botti di rovere francese a temperatura e umidità costanti. Le uve utilizzate sono: aglianico, primitivo, syrah, cabernet sauvignon, merlot e greco. Da anni l’azienda adotta il metodo di agricoltura biologica.