l'eredità di Giacomo Tachis

Chianti Classico 'Pargolo'
TOP HUNDRED Toscana Rosso 'Giacomo' (merlot)

Testo publiredazionale

L'azienda agricola Podere La Villa è situata in una delle vallate più incantevoli del Chianti Classico, a soli 20 minuti da Firenze e a 40 da Siena e si compone di 11 ettari di terreno, 7 dei quali dedicati ai vigneti mentre gli altri occupati da olivi, boschi, un laghetto e una fonte naturale. Tutto ha inizio nel 2004, anno in cui Giacomo Tachis – enologo di fama internazionale scomparso nel 2016 - decide di rinnovare il vecchio vigneto del Podere seguendo i consigli dell’amico e agronomo Valerio Barbieri; quest'ultimo era infatti convinto che sangiovese e merlot avrebbero trovato in questo terreno una dimora ideale. Oggi l’azienda è nelle sapienti mani della figlia Ilaria Tachis e del marito Raffaele D’Amico, i quali ricordano i primi anni (in cui Giacomo sconsigliò alla figlia di lanciarsi nella produzione vinicola, avendo in mente tutte le difficoltà del percorso), le prime vendemmie e le prime sperimentazioni: già dalla prima maturazione del 2007, quando ancora non si pensava di vinificare, ma di vendere le uve e ricavarne un piccolo profitto, si intuì che queste uve avrebbero potuto dare ottime soddisfazioni se coltivate con le dovute cure e soprattutto con l’impegno e la passione necessari. Per le prime vinificazioni Ilaria decide così di appoggiarsi al castello di Rampolla.

Con la nascita di Riccardo, primo nipote di Giacomo, si decide di celebrare l'evento con la vinificazione della prima vendemmia: il vino ottenuto fu chiamato, non a caso, 'Pargolo' e continua ad essere prodotto tutt'oggi.

Pur non possedendo ancora la certificazione di agricoltura biologica, l'azienda coltiva attualmente la propria terra nel modo più sostenibile e naturale possibile, non utilizzando erbicidi e limitando l’uso dei trattamenti chimici; inoltre la resa dei vigneti, per la produzione del vino in bottiglia, è molto bassa e grande attenzione è riposta nella potatura invernale e nella scelta dei germogli, procedendo al diradamento estivo, in modo da portare alla maturazione non più di 4 o 5 grappoli per pianta.

Dal 2014 al grande enologo è stato dedicato un maestoso Merlot in purezza, invecchiato in barriques, denominato appunto 'Giacomo'. I vigneti e i vini di Podere La Villa sono seguiti dalla maestria dell’enologo Alessandro Cellai. Oltre al Sangiovese e al Merlot, è stato piantato anche cabernet e recentemente si è dedicato un piccolo appezzamento alla coltivazione di uve da Vinsanto da vinificare secondo le indicazioni studiate da Giacomo Tachis.

A breve una nuova cantina di vinificazione, ricavata da un’antica tinaia, in un luogo storico della zona, sarà inaugurata per la lavorazione delle uve e invecchiamento del vino. Antistante la cantina verrà ultimato un grande orto-giardino bioattivo già in fase di realizzazione che sarà aperto in concomitanza con la cantina e gestito da personale specializzato.