Gianfranco Zaccagni era un pastaio particolarmente geloso delle sue ricette, che trasmise solo a un allievo romeno. Quando Leonardo Petruzzi rilevò il pastificio, affidò le semole e gli impasti al napoletano Pepe, maestro delle impastatrici artigianali, la lavorazione al senegalese Maurice e la cura dell’essiccazione alla giapponese Yoko. L’unione delle loro forze ha dato vita a una pasta unica, ricca di sapore, digeribile e molto porosa. L’azienda propone diverse linee: i formati classici con la chitarra, gli speciali – per esempio i maccheroni al ferretto e le tagliatelle greche – e le regionali con orecchiette e cavatelli. C’è poi la linea della pasta biologica anche in versione integrale e di farro. Riconoscerete questa pasta dalle confezioni: bianche e lineari, hanno una grafica sottile con la mappa dell’Abruzzo “disegnata” dalla pasta stessa. Si tratta di un piccolo particolare, che però che racconta pienamente la cura dei dettagli che caratterizza questa azienda.

TELEFONO

0871950562; 0871950653