Lorenzo Bonini realizza una sorprendente cucina legata al territorio

Il sogno di Lorenzo Bonini, 28enne cuoco originario di Lenna, piccolo comune situato nell'alta Val Brembana, era da sempre quello di aprire un ristorante nella sua terra. Dopo anni passati a lavorare, prima da Ferdy e poi in altri locali della provincia bergamasca, compresa un'esperienza in pasticceria per imparare l'arte culinaria a 360 gradi, ha deciso di rilevare la storica Trattoria delle Miniere. Un regalo fatto a se stesso con una promessa: restare a vivere in valle, non abbandonare la montagna, dare nuova linfa al paese e alla sua gente. Un messaggio di ripresa e speranza che arriva proprio da una delle zone più colpite dalla crisi causata dalla pandemia di Covid19.
chef.jpgLorenzo BoniniIn questo caratteristico locale, che aveva aperto proprio alla vigilia del periodo di lockdown, abbiamo vissuto tutta l'atmosfera di un angolo d'Italia, corroborato da un menu per alcuni tratti sorprendente. La cucina di Lorenzo è legata strettamente alle ricchezze del territorio ed esaltata dall'esperienza fatta nei 10 anni di “apprendistato”, periodo in cui ha affinato le proprie abilità nel fare tutto ciò che è necessario saper fare all'interno della cucina di un ristorante.
interno.jpgLa sala internaPer gli antipasti (media 10 €) abbiamo assaggiato uno squisito carpaccio di salmerino alpino con maionese e asparagi freschi in due consistenze (altri antipasti insalatina tiepida di coscia d'oca confit, citronette al rafano e radicchietto variegato; spuma di mozzarella Valle Brembana, pomodorini essiccati, noci e olio alla menta)
antipasto-verdure.jpgcarpaccio di salmerino alpino con maionese e asparagi freschi in due consistenzeantipasto.jpginsalatina tiepida di coscia d'oca confit, citronette al rafano e radicchietto variegatomentre tra i primi piatti (media 12 €) fra i ravioli di costine arrosto, pinoli e ginepro fermentato il nostro assaggio è andato al risotto mantecato al limone, pesto di tarassaco selvatico e mascarpone; tagliolini al ragout di lepre e gel ai frutti di bosco.
risotto.jpgrisotto mantecato al limone, pesto di tarassaco selvatico e mascarponePer i secondi di carne (prezzo medio 14 €) tutta l'offerta è interessante e ogni scelta si rivela vincente, tuttavia abbiamo gradito particolarmente il maialino cotto a bassa temperatura con la sua pelle croccante, melanzana bruciata e fondo all'origano, accanto a guancia di manzo al Marsala e miele di Piazzolo, prezzemolo e polenta di mais orobico; controfiletto di vacca à la minute, purea di patate montata al burro e insalatina riccia all'aceto di Tosca.
secondo2.jpgmaialino cotto a bassa temperatura con la sua pelle croccante, melanzana bruciata e fondo all'origanosecondo.jpgguancia di manzo al Marsala e miele di Piazzolo, prezzemolo e polenta di mais orobicoE ora spazio ai dolci, dove per nessuna ragione al mondo dovete privarvi della Leadèl, che è una ricetta rivisitata che affonda le radici nella storia di Lenna. Questo accanto a tartelletta di pasta sablé, crema pasticciera e fragole di stagione e a spuma all'espresso biologico Ravasio, ganache di cioccolato al latte e cake fondente.
cheese-cake.jpgtartelletta di pasta sablé, crema pasticciera e fragole di stagione

Trattoria Delle Miniere

via Coltura, 2
Lenna (Bg)
tel. 0345 172 0026