Oggi su Avvenire Paolo Massobrio fa appello a un piano strategico più generale che aiuti le piccole e medie imprese

Oggi su Avvenire Paolo Massobrio parla di “restanza”, un neologismo che indica la necessità di ancorarsi a un luogo. Ne sono un esempio gli Ucraini che restano nelle loro case distrutte, ma anche quei piccoli imprenditori che tentano di restare in piedi dopo due anni di pandemia.

A questo proposito Massobrio fa riferimento al PNRR, che dovrebbe garantire a molte piccole-medie imprese la “restanza”, però dietro l’angolo ci sono i problemi energetici, gli aumenti delle tasse e le richieste delle banche e quindi Massobrio si chiede: come si fa a restare? La risposta dovrebbe arrivare da un piano strategico più generale, da riforme che dovrebbero aiutare a uscire dalla staticità che, purtroppo, per ora non si vedono.

Per leggere l’articolo completo clicca qui