Testo publiredazionale

Questa bottega, che ha aperto le saracinesche nel 900 a ridosso del Naviglio, è stata rilevata dalla zia dell’attuale titolare, Daniele Segala, nel 1955. Nelle estati di fine anni ‘70, Daniele inizia a lavorare qui come tuttofare, familiarizzando con profumi, sapori e colori dei prodotti di bottega, che lo hanno reso col tempo un “curiosone instancabile nel mondo del cibo” e un esperto nel riconoscerne la qualità. Oggi la qualità dei prodotti del negozio è soprattutto legata alla sua appassionata ricerca di un rapporto sano tra l’allevamento allo stato semibrado o brado degli animali, il rispetto della terra nella coltivazione e la salubrità del prodotto finale.
La bottega è un vero “giacimento” di scoperte, tra formaggi, salumi, cioccolato, sali e spezie, sottoli, aceti balsamici, vini (più di 600 referenze, in continuo aumento) e superalcolici (oltre 400). Di questo prezioso lavoro di ricerca citiamo innanzitutto i formaggi. Daniele acquista e stagiona solo produzioni d’alpeggio, formaggi di capra di aziende locali e di varie zone del nord d’Italia. Si trovano anche produzioni d’oltralpe per quanto riguarda formaggi a pasta semidura e molle, con possibilità di fare una scappatella oltre manica grazie a Stilton, Shropshire e Cheddar organico.
Tra i salumi troverete produzioni Italiane, spagnole, tedesche e ungheresi di altissima qualità. Tra i distillati, ampia scelta di grappe, gin, whisky, bourbon, rum agricole, distillati di frutta, vodka, cognac, calvados e bas armagnac. Tra i prodotti più ricercati, spiccano infine salmone Alaska Red King, foie gras, caviale e tartufi.