All’interno di un resort con camere, piscina e spa, immerso tra i noccioleti dell’Alta Langa (siamo al confine con Albaretto della Torre nella parte bassa) questo ristorante dall’aspetto sobrio, che vuole ricordare le strutture della zona con materiali locali. A condurre la cucina Manuel Bouchard, talentuoso chef a capo anche di Antinè, di Barbaresco. Faula, in dialetto langarolo significa racconto, e per questo il ristorante vuole esser omaggio a questa terra, con una cucina innovativa, che dà interpretazione in chiave moderna della tradizione, utilizzando ingredienti del territorio, a volte del loro orto, nel segno della stagionalità. Servizio professionale con qualche piccola sbavatura dovuta forse al 'rodaggio' degli esordi.
Piatti imperdibili: ostriche kefir e pino; latte di pecora, cetriolo e borragine; scampi pomodoro e basilico; rombo alla mugnaia; animelle alla brace e funghi; risotto, geranio, cervella e ricci di mare; aglio olio peperoncino e calamari; orata trombette emulsione di ostriche e pancetta; 'il piccione'. Latte di capra more e sambuco
Prezzi medi: Antipasti 14; Primi piatti 16; Secondi piatti 20; Dolci 12
Menu Il Piemonte Oggi a 120 euro (10 portate); Menu Innocenti Evasioni a 130 euro (11 portate)

Servizi; parcheggio riservato; dehors; menu vegetariano; spa
RIPOSO

mercoledi e giovedi a pranzo

FERIE

gennaio e febbraio

PREZZO MEDIO

Euro 62

CARTE DI CREDITO

tutte