Montecucco Sangiovese

Testo publiredazionale

L’azienda agricola Campinuovi nasce nel 2000 e sorge nella parte meridionale della Toscana, nel comune di Cinigiano (Grosseto), venti chilometri a Sud di Montalcino, su terreni che facevano parte un tempo dei possedimenti del vicino Castello di Porrona gestito, nel Medioevo, dall’Abbazia di Sant’Antimo. Ubicata sulle colline alle pendici del Monte Amiata l’azienda si affaccia sull’ampia pianura Maremmana a circa quaranta chilometri dal Mare Tirreno.

La principale attività aziendale è la viticoltura alla quale si affianca una piccola produzione di miele e di olio extravergine di oliva. L’azienda è certificata biologica, organismo di controllo CODEX, alla quale ha affiancato dal 2006 la gestione secondo i principi dell’agricoltura biodinamica.

L'azienda è guidata da Daniele Rosellini e Nadia Riguccini. Daniele, ha il “vino nel sangue”. Laureato in Scienze Agrarie a Firenze, si specializza in Viticoltura ed Enologia a Torino lavorando a fianco di Eynard e Gandini. Da lì il ritorno in Toscana e l’incontro con l’uomo che Daniele considera il suo Maestro, Giulio Gambelli. Attualmente oltre a gestire la propria azienda è Direttore Tecnico del Consorzio Vino Chianti Classico.

Nadia, al contrario di Daniele, ha “la terra nel sangue”. Madre e padre contadini le hanno trasmesso la passione per questo faticoso ma nobile lavoro. Dopo la Laurea in Scienze Agrarie a Firenze approfondisce i suoi maggiori interessi frequentando corsi di agricoltura biologica e biodinamica e consegue una seconda Laurea in Tecniche Erboristiche ad Urbino. Daniele e Nadia si sono uniti nell’intento di fare dell’agricoltura la propria vita. Dal loro incontro nascono Campinuovi e due bellissimi bambini: Caterina e Giovanni.

Come nascono i nostri prodotti
L’azienda coltiva circa 7 ettari di vigneto costituito per l’85% da sangiovese e per la restante parte da altri vitigni a bacca nera (malvasia nera, colorino, pugnitello, merlot, cabernet sauvignon) e a bacca bianca (ansonica). I terreni si trovano tutti in un versante di collina esposto a Sud, Sud-Ovest in direzione del mare; l’altitudine varia dai 350 ai 465 m s.l.m.
A Campinuovi le quattro forze plasmatrici del mondo vegetale – Terra, Acqua, Aria e Calore - si esprimono al meglio.
Terra perché la variabilità di composizione dei terreni contribuisce ad arricchire la complessità aromatica dei nostri vini, primo fra tutti il Sangiovese. L'acqua è quella proveniente dal Monte Amiata. Aria e calore perché Campinuovi è ubicata in una fascia climatica tipicamente mediterranea con grandi quantità di luce e di calore tali da permettere ottimali maturazioni polifenoliche. Inoltre l’azienda è ubicata su di una conca di collina in un punto equidistante tra il Monte Amiata ed il mare Tirreno: questo fa sì che nella zona si crei un vortice di correnti termiche del tutto particolare soprattutto nel periodo primaverile-estivo.

La tecnica colturale viticola è improntata sul massimo rispetto dell’uso del suolo, con pratiche di sovescio e distribuzione di preparati biodinamici. La vendemmia viene effettuata esclusivamente a mano in cassette. Le uve vengono immediatamente portate in cantina e avviate alla pigiadiraspatrice.

La vinificazione avviene separatamente per varietà e per appezzamento rispettando le caratteristiche dei singoli vigneti. Al momento della diraspapigiatura vengono aggiunti solo pochi grammi di metabisolfito di potassio. Le uve dopo essere state diraspate e sofficemente pigiate vengono avviate ai tini tronco-conici di rovere di Slavonia per la fermentazione spontanea condotta dai lieviti naturalmente presenti nelle uve e in cantina. La macerazione delle bucce viene eseguita mediante rimontaggi, follature e délestages del mosto in fermentazione. La svinatura viene effettuata separando il vino fiore dalle vinacce che subiscono una soffice pressatura mediante pressa pneumatica. Il vino giovane viene lasciato sulle fecce fini per lo svolgimento della fermentazione malolattica che avviene naturalmente negli stessi tini di rovere e in botti di rovere della capacità di 20 Hl. Per la maturazione dei nostri vini rossi non vengono utilizzate barriques.
L’imbottigliamento avviene non prima di un anno dalla vinificazione e viene effettuato manualmente senza chiarifica né filtrazione del vino. I dosaggi di solforosa sono estremamente bassi.