• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Il Cigno - Trattoria dei Martini: piatti mantovani dai ricettari dei Gonzaga

Cinzia Montagna | 09-07-2019

Con prodotti del territorio, le proposte della tradizione locale con l'aggiunta di ricette di pesce d'acqua dolce e di mare. Eleganza

Il Cigno - Trattoria dei Martini è il legame ideale fra il presente e i raffinati banchetti della corte dei Gonzaga. Ospitato in un palazzo storico di una delle più antiche piazze mantovane (piazza Carlo D'Arco, 1 - tel. 0376 327101), da più di 40 anni Il Cigno è sinonimo di eleganza: nelle sale, nel servizio accurato, nella presentazione dei piatti. E’ anche sinonimo di tradizione, studiata e proposta attingendo alle ricette delle mense dei principi e a quelle del popolo.

I prodotti sono del territorio, dal burro all’olio, dalle carni al Grana Padano. La proposta, però, si amplia con ricette di pesce di acqua dolce ma anche di mare, sulla scorta di antiche storie di commerci e merci trasportate sul Mincio e sul Po.

Fra gli antipasti, il mantovanissimo “sorbir” (agnolini di carne serviti in tazza con vino rosso), e il salame contadino all’aglio con polenta abbrustolita evocano la tradizione popolare più diffusa, mentre il paté di carne d’anatra al profumo di tartufo è una prelibatezza da banchetti ducali.

Suggeriti come primi i bigoli (spaghetti pasta al torchio) con pancetta e fagioli stufati e le mezzelune di ricotta con erbette al burro fuso e grana, di ottimo equilibrio.

Fra primi e secondi il menu propone “I piatti di mezzo”, particolarità del ristorante. Fra questi, le lumache alla mantovana, aglio, prezzemolo, scalogno su fondo d’erbe.

I secondi sono di pesce o di carne, con ampia scelta. Rientra fra le ricette del territorio il luccio tiepido in salsa di verdure alla mantovana con polenta; per le carni, il petto di cappone in agrodolce con insalate di misticanza è una citazione della ricetta più famosa di Bartolomeo Stefani, cuoco ducale, rivisitata dal Cigno in linea con la formulazione originaria.

I dolci hanno una carta dedicata, nella quale, accanto alla mantovana torta elvezia, deliziosi il budino al cioccolato amaro con zabaione e la torta di pere e mele con gelato di crema.

Il Gatti Massobrio

DI PAOLO MASSOBRIO

Il Taccuino dei Ristoranti d'Italia 2018

ilGolosario ristoranti

Scarica subito l'APP

TAGS
trattoria
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn