• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Le farine Petra 1 e Petra 9 per le pizze di Lievito 72

Michele Franco | 13-04-2019

Le pizze di Andrea Giordano hanno forma squadrata e sono particolarmente leggere e digeribili

Andrea Giordano proviene da una famiglia di panificatori da ben sette generazioni, da poco più di un anno ha trasferito la sua pizzeria – Lievito 72 – in un nuovo locale, nel centro di Trani (Via Aldo Moro, 10 - tel. 0883 953181). L’ambiente presenta arredi molto originali e curati, forno a legna e zona cucina a vista, con una piacevole musica di sottofondo. L’impasto delle pizze è prodotto con lievito madre vivo, farine macinate a pietra del Mulino Quaglia (Petra 1 e Petra 9) e del Mulino Marino, viene impiegato il 30% di sale in meno e la lievitazione dura almeno 72 ore.                                                                                                                                                                                                              
Le pizze hanno una forma squadrata e risultano particolarmente leggere e digeribili. Generalmente ne sono proposte 9-10 tipologie e variano spesso poiché gli ingredienti, sapientemente selezionati tra le eccellenze del territorio e non solo, sono rigorosamente di stagione.
Abbiamo assaggiato la Parmense con pomodoro pelato biologico, stracciatella andriese, prosciutto crudo San Daniele 24 mesi, EVO pugliese e la Diavola con pomodoro pelato biologico, mozzarella a fermentazione naturale, salsiccia secca di Andria, EVO pugliese. Molto interessante anche La Provocazione, focaccia con particolari e sempre diversi ingredienti nell’impasto; da noi assaggiata quella con uvetta e noci.
Tra le altre proposte invitanti La Napoli con pomodoro pelato biologico, acciughe del mar Cantabrico, fiordilatte, capperi di Pantelleria, EVO pugliese e La 4 Formaggi con fiordilatte, erborinato Dop Guffanti, cacio grotta, Parmigiano Reggiano Dop di vacche rosse, EVO pugliese.

Da provare i dolci di loro produzione: Cubo di cioccolato fondente e crema al pistacchio; Semisfera con crema al latte, copertura di caramello, burro salato e granella di nocciola; cornetti ai frutti di bosco, al pistacchio e al cacao.

Limitata l’offerta di birre artigianali alla spina e in bottiglia, vengono proposti anche tre vini bio e altre bevande biologiche.
Il servizio è attento e celere e particolare cura viene impiegata nella descrizione degli ingredienti. I prezzi variano dai 4,50 euro della Margherita ai 15 euro delle pizze più impegnative. “Il coperto non si paga ma . . . l’amaro non si offre”, come viene precisato nel menu.

Il Gatti Massobrio

DI PAOLO MASSOBRIO

Il Taccuino dei Ristoranti d'Italia 2018

ilGolosario ristoranti

Scarica subito l'APP

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn