• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

L'Agriturismo Iride, alla scoperta della Langa

Giuliana Bersano | 28-01-2019

A Roddino, un luogo di relax e gusto grazie alle proposte del giovane chef Isaia Biella

Poco fuori Roddino (Cn), sulla strada che porta a Cissone/Serravalle Langhe, immerso nel verde delle colline, l'Agriturismo Iride (via Chiabotto, 1 - tel. 0173 794122) si apre al panorama della Langa, anche grazie alla bellissima terrazza, fruibile nella stagione estiva.
L’interno è piacevole, con due salette e una stanza con caminetto. L’arredamento è semplice con diversi quadri alle pareti e qualche bel mobile; l'ambiente è accogliente e fa sentire il cliente come a casa propria.

Iride offre altresì la possibilità di pernottamento grazie alla presenza di quattro camere (due matrimoniali, una tripla e una quadrupla).

In cucina il giovane Isaia Biella, che interpreta i piatti della gastronomia locale con un tocco di fantasia, e in sala la mamma, signora milanese molto simpatica e cortese, che mette subito a proprio agio i clienti. Il menu varia sovente.

Il giorno della nostra visita abbiamo optato per il menu fisso che proponeva una crema di zucca, granella di cacao, uovo di quaglia e tartufo nero come appetizer; carne cruda con spuma di Roccaverano e porri fritti (finissimi) e topinambur con uovo pochè con crema di Bra duro e nocciole, come antipasti. Molto buoni gli agnolotti ripieni di mortadella conditi con burro bianco prima di un tenero scamone a bassa temperatura con purea di patate e funghi gallinacci.

Tra una portata e l'altra abbiamo assaggiato anche alcuni pezzi del fritto misto alla piemontese scelto da diversi clienti durante quel pranzo.

Il dolce finale è stato bunet con pere e mele e spuma di panna. Meritevole la piccola pasticceria che ha accompagnato il caffè.

La carta dei vini è molto fornita a partire da bollicine italiane e spumanti italiani e francesi. Ampia scelta tra i vari bianchi piemontesi e non, particolare cura per i rossi delle Langhe e Roero con etichette da altre parti d’Italia e alcune dal mondo. 

Una sosta raccomadata per l'ambiente, l'accoglienza e soprattutto per il cibo, che si segnala per l'ottimo rapporto qualità/quantità/prezzo.

ilGolosario 2020

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia

I ristoranti del ilGolosario 2020

DI GATTI e MASSOBRIO

Guida ai ristoranti d'Italia

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn