• ilNipposario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

Per le calde sere d’estate, il ramen freddo da Niko Niko a Milano

Claudio Gallina | 14-03-2018

Golosità e salute si sposano nelle paste fredde giapponesi preparate da Ryuhei Tanaka

Ci sono certi momenti in cui, anche ai più estremi adepti del sole, l’estate fa schifo. Sono quei momenti metropolitani in cui non sai se la vinca l’umidità, lo smog o il calore, in cui vorresti trasformarti in una tinca in carpione o fare una doccia con l’acqua e menta. Anch’io sono stato vittima di questi incubi prima di provare le paste fredde giapponesi. La cucina nipponica non sarà forse la migliore del mondo, ma è certamente la più stagionale e quella dove golosità e salute si sposano più felicemente.

"L’estate giapponese è molto umida. Anche senza muoversi fa sudare e, con i capelli attaccati alla nuca, il fastidio aumenta. Anche la notte non ti da pace. Quando si susseguono diverse notti afose, ci si volta e ci si rivolta nel letto, ma non si riesce a prendere sonno. Si perdono le forze e difficilmente ti viene appetito. Tirare su dalla ciotola questa pasta fredda e candida, rasserena lo stomaco e ti fa venire voglia di mangiucchiare qualche altra cosa. Nel menu estivo giapponese, c’è più di un’occasione di mangiare pasta fredda, anche alcuni tipi che di solito siamo abituati a mangiare caldi. Per godere appieno la delicatezza del Somen, ci vuole zenzero grattugiato nel sugo della salsa di soia. Invece per dare il piccantino che ci vuole alla Soba, pasta gustosa di grano saraceno, il cipollotto tritato e il wasabi sono perfetti. Esiste anche una versione fredda e appetitosa persino della più famosa pasta cinese, il Ramen! In questo caso si usa brodo di pollo con aceto per dare freschezza e poi una goccia di olio di sesamo profumatissimo. Nella ciotola una varietà d’ingredienti come cetrioli, cipollotti, prosciutto cotto, gamberi e zenzero sottaceto. L’accento forte questa volta lo darà la senape.” *

Per questo quando Ryuhei Tanaka, 33 anni, di Nigata, cuoco di Niko Niko Ramen & Sakè m’ha detto che, in estate, la sua clientela tende a diminuire mi sono stupito. Il locale molto carino, in una zona vivace, propone il Ramen più giapponese di Milano insieme ad altri antipasti o stuzzichini da “isakaya” che possono invitarvi a scegliere più di uno tra i numerosi sakè, serviti anche in versione cocktail. Ho bevuto un sakè non di altissimo ceto, ma piacevolmente stagionato in botte di pino, che lasciava una freschezza resinosa.

Il mio “tomato tounyu ramen”, naturalmente freddo, con salsa a base di passata di pomodoro, olio di aglio, latte di soia, era guarnito con avocado, pomodorini, mais, insalata, ravanelli, pepe, layu, cipolla fritta. Ma la sezione del menu “Ramen estivi” ne prevede di tutti i gusti, anche per vegetariani. Naturalmente non mi sono limitato al ramen e fra le tante cose, tutte correttamente cucinate, vorrei citare i Gyoza, fra i migliori assaggiati a Milano, e i simpaticissimi Nikarancini, frutto di un amore per la Sicilia che ogni tanto traspare nel menu. Poi Potato salad, Takoyaki (le esplosive polpette di polipo del Kansai), Tori no Karaaghe (cioè pollo fritto).

A proposito, in Giapponese “niko niko suru” significa sorridere ed è un nome adatto per un locale all’insegna dell’allegria e dell’ottimo rapporto qualità/prezzo. Naturalmente c’erano anche i classici ramen caldi che saranno sicuramente di livello e che probabilmente mi faranno ritornare in un’altra stagione. Per ora godetevi queste paste estive. Sono un piatto sano, piacevolissimo e inusuale, adatto a che ama viaggiare. Anche solo con la fantasia.

*A proposito di viaggi, la mia consulente di vita giapponese Motoko Iwasaki se n’è andata in Giappone con Paolo ed il club Papillon, lasciandomi solo con il cane e il caldo. Non avendo chi mi prepara un buon ramen freddo, ho perso la voglia di scrivere ed ho utilizzato per questo mio articolo quanto già da lei scritto in “Un Gusto Orientale in casa: le paste fredde”, già comparso su ilGolosario. Per onestà ho virgolettato. Spero non si arrabbi troppo.

NIKO NIKO Ramen & Sake
Via Edmondo De Amicis 3
20123 MILANO
tel. 02 454 776 18
Chiuso Domenica tutto il giorno

TAGS
Milano
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus