• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Da Bazzini, sosta consigliata nell'Oltrepò Pavese

Cinzia Montagna | 04-03-2019

La gestione di Mariella Mariotti e Riccardo Rezzani è all'insegna del buon gusto: nell'arredamento e nelle proposte della cucina

Come da noi anticipato (vedi link), con i nuovi giovani gestori Mariella Mariotti e Riccardo Rezzani, pavesi dell’Oltrepò che da sempre vivono il territorio e lo conoscono bene nelle sue tradizioni, il ristorante Bazzini di Canneto Pavese (Via Roma, 11 - tel. 0385 88018) ha nuovi arredamenti e nuove proposte.

Gli arredamenti nuovi occupano gli spazi storici di uno dei ristoranti più conosciuti in zona, con la sue sale, utilizzabili secondo occasione ed esigenze, e un’ampia terrazza panoramica.

Vivace la proposta, che non si limita alla ristorazione (anche vegetariana e vegana), ai vini (e la bottiglia non terminata può essere portata a casa), ma comprende pure  laboratori ed eventi. Buon gusto e gusto buono, sia nella sostanza sia nelle presentazioni, in questa novità che è una rinascita.

Fra gli antipasti, si suggeriscono i salumi dell’Oltrepò Pavese “Salame, Coppa e Pancetta” accompagnati dalla Giardiniera che l’Azienda “Cascina Pizzavacca” realizza per Bazzini.


Le confezioni di giardiniera, come i vini, si possono anche comperare, perché il ristorante è anche emporio.



Fra i primi piatti, Bata Lavar, grandi agnolotti che sono De.Co. del posto, conditi con sugo di brasato, versione che da Bazzini è la proposta principe

 

oppure in brodo secondo la più stretta tradizione. Con la zuppa alla pavese (brodo di gallina, pane tostato con burro salato e uovo), un vero e proprio inno al territorio, ma grande è anche l’attenzione alla stagionalità.

 

Fra i primi  tortelli di pasta fresca con ripieno di baccalà e patate e pomodoro pachino saltato e, fra i secondi, il bollito misto (testina, lingua di manzo, cappone, cotechino, cappello del prete con verdure miste e mostarda), gli scottadito di agnello alla piastra con verdurine cotte di stagione e la suprema di faraona cotta a bassa temperatura, ripiena ai carciofi e timo, molto equilibrata e ben bilanciata.

 

Fra i dessert, un plauso al salame di cioccolato

 

alla tarte tatin con gelato alla crema



e alla piccola meringhetta con crema chantilly e fragole

Il Gatti Massobrio

DI PAOLO MASSOBRIO

Il Taccuino dei Ristoranti d'Italia 2018

ilGolosario ristoranti

Scarica subito l'APP

TAGS
ristorante
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn