• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Al Filo di Grano la cucina di Edoardo Passeri

Marco Gatti | 07-01-2019

Segnatevi questo indirizzo. Ristorante dagli ambienti di bellezza rara, in un luogo dove si respira la storia, grazie alla vicina magnifica Abbazia

Un giovane cuoco, Edoardo Passeri, firma una cucina a tutta gola che svela il suo talento. Gabriele Corti, patron e anima della vicina Cascina Caremma, è la mente di questo progetto, iniziato con la ristrutturazione di una antica cascina del '700, e concretizzatosi poi nella Locanda con cucina che vi aspetta a Morimondo (Mi) accanto alla celebre abbazia dei monaci cistercensi, con belle camere e questo Filo di Grano (corte dei Cistercensi, 6 - tel. 0294609067), ristorante di cui, siamo certi, si sentirà parlare.

Un incanto l’ambiente: sale impreziosite da camini e affreschi, luci soffuse, tavoli alla giusta distanza apparecchiati in modo impeccabile, lino e canapa grezza, colori caldi. Vi stupirà la cucina del giovane e talentuoso chef, diplomato all’Istituto Carlo Porta, gavetta al Savini, al Caffè Trussardi di Milano e al Four Season di Londra. A differenza di molti suoi coetanei, non insegue le mode e, pur non avendo nemmeno trent’anni, nelle sue creazioni riesce a fare sintesi felice tra creatività e tradizione, con la maturità di cuoco esperto.

Da un menu che segue la stagionalità degli ingredienti, gusterete guancetta di vitello fondente uva moscato d’Amburgo e cipolla in carpione o anatra indivia zenzero e arancia. Poi di primo i risotti, con i funghi o alla Certosina (gamberi di fiume, lumache e fave), o i tortelli di morone crema di zucca arrostita e arancia.

Secondi? Filetto di Mora Garlaschese polenta macinata a pietra salsa alle prugne e barbera o cosciotto d’anatra confit con castagne e finferli.

Qui, anche pizza contemporanea tra cui è golosa la Nord/Sud con passata di pomodoro, stracciatella di burrata e prosciutto di lonza della cascina Caremma. A chiudere, marquise al cioccolato fondente granita al Barolo Chinato e melograno e sbrisolona con la “nostra” polenta bio e mele Tatin. Il servizio è attento. La cantina ha selezione ragionata. Farà strada!

Il Gatti Massobrio

DI PAOLO MASSOBRIO

Il Taccuino dei Ristoranti d'Italia 2018

ilGolosario ristoranti

Scarica subito l'APP

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn