• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Al Desco eleganza, classe e una cucina che conquista

Marco Gatti e Paolo Massobrio | 21-04-2016

Elia e Matteo Rizzo, i protagonisti della nuova felicissima stagione di questo grande ristorante di Verona

La casa di Giulietta è a due passi. Piazza delle Erbe e l’Arena a qualche minuto. Se cercate un indirizzo di alta cucina italiana nel cuore di Verona, la vostra meta è il Desco. Se ne sta in una viuzza inaspettatamente silenziosa (via Dietro San Sebastiano 5/7 – tel. 045595358), all’interno di un bellissimo palazzo rinascimentale, in un angolo del centro che con la sua quiete sembra preparare alla magia dell’esperienza che una volta entrati ci si trova a vivere.

Bello il dehors, dove nella bella stagione è un piacere sostare. Elegante l’ambiente, con arredi che coniugano in modo sapiente design contemporaneo e tradizione, grandi specchi e quadri alle pareti, tavoli ben distanziati, sedie comodissime, mise en place con tovagliato, posate e bicchieri di somma raffinatezza. Impeccabile e professionale il servizio.

Di pregio la cantina, con cru famosi proposti in ampiezza di millesimi, ed etichette meno note che rivelano scelte personali e competenti. Uno spettacolo la cucina. Papà Elia, chef di fama che ha scritto la storia del gusto veronese, da tempo è affiancato dal figlio Matteo, che, dopo aver fatto gavetta ed esperienze di prestigio in alcuni dei locali più famosi del mondo, rientrato al ristorante di famiglia, da chef talentuoso qual è, ora è qui come guida sicura del team che opera ai fornelli.

Dopo una serie di assaggi di classe di benvenuto, che vi anticiperanno la qualità di materie prime e creazioni che andrete a gustare. Per voi piatti a tutta gola come zuppa di granciporro ceci e quinoa croccante, spaghettini alla chitarra con calamaretti zucchini croccanti pomodorini e basilico o gnocchi di patate alle lumache e crema di erbette al dragoncello, o ancora risotto all’astice coriandolo e lime. Tra i secondi, carne con “Agnello: il carrè e le sue animelle al timo” o pesce, con merluzzo nero e le sue trippe alla parmigiana. A chiudere sapori di un tiramisù alle spezie.

Verona da qui vi sembrerà ancora più bella!

ilGolosario 2020

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia

I ristoranti del ilGolosario 2020

DI GATTI e MASSOBRIO

Guida ai ristoranti d'Italia

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn