• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

A Bologna lo scrigno dei salumi

Simone Rosti | 12-01-2015

A due passi dal centro storico di Bologna c’è l’Osteria Santa Caterina, l’indirizzo giusto per gustare buoni salumi, vino e molto altro ancora

Se siete in giro per Bologna e state cercando una sosta per mangiare, vi consigliamo di defilarvi appena un po’ dal centro storico, spingendovi verso via Saragozza, e imboccare la deliziosa via Santa Caterina, con portici bassi e regolari: la sensazione di camminarci sotto è davvero unica! A un certo punto vi imbatterete nell’Osteria Bottega (dove si mangia la migliore Petroniana della città, prendete nota) e subito dopo nell’Osteria di Santa Caterina (via Santa Caterina 43/a - tel. 051582264), fermatevi qui.

Questo locale è uno scrigno ricco di tesori, tra cui primeggiano i salumi (che inebriano il locale) e le bottiglie di vino, binomio per il quale l’osteria è ormai famosa. Sui salumi dovremmo spendere molte parole; noi ci siamo voluti divertire con i prosciutti ed abbiamo assaggiato un prosciutto di Parma e uno spagnolo Pata Negra eccellenti, ma soprattutto un prosciutto toscano superlativo da 10 e lode. Degno di nota anche il taglio perfetto degli stessi: insomma qui ci sanno fare con i prosciutti, ma anche su salami e mortadelle potrete togliervi molte soddisfazioni. Non pensate che sia facile nella patria dei salumi, l’Emilia, trovare prodotti di alto livello (anzi, spesso è il contrario); anche soltanto per questo vale la pena visitare questo locale.

Ma qui non troverete solo salumi (e ottimi formaggi) di gran qualità: la tartare di Angus è superba, i cardi con la besciamella gustosissimi, la tenerina al cioccolato di buonissima fattura. In altre nostre visite abbiamo potuto provare anche i validissimi primi piatti, come tortellini, lasagne e alcune delle tante zuppe (come quella di zucca). Cestino del pane di gran qualità, in particolare le streghe (strisce croccanti cotte al forno).

E i vini? Tante belle bollicine, da quelle nazionali alla buona selezione di quelle francesi con diversi piccoli produttori, oltre ai tanti vini fermi, sia bianchi che rossi. Servizio molto cortese, obbligatorio prenotare, visti i pochi tavoli. D’estate, da non perdere il graziosissimo giardino interno.

Il Gatti Massobrio

DI PAOLO MASSOBRIO

Il Taccuino dei Ristoranti d'Italia 2018

ilGolosario ristoranti

Scarica subito l'APP

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn