Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

La Nicchia di Pantelleria, capperi "spaziali"

Andrea Voltolini | 17-05-2019

Con Gabriele Lasagni la filiera completa dal campo al barattolo e tanti nuovi prodotti

Capperificio storico di Pantelleria (fu fondato nel 1949 da Antonio Bonomo e Girolamo Giglio), ha conosciuto un nuovo corso aziendale grazie all'intraprendenza e alla determinazione di Gabriele Lasagni, nipote di Antonio. A lui il merito di avere trasformato questa realtà, un tempo dedita all'acquisto di capperi da contadini del luogo e alla loro vendita, a produttrice sul campo e azienda agricola in fase di conversione totale biologica.

Un percorso di filiera completa “dal terreno al barattolo di vetro” che ha avuto inizio dalla messa a dimora delle piante in circa otto ettari di terreno assai frammezzati tra loro, nella parte meridionale dell'isola, per una produzione che oggi si aggira sugli 80 quintali all'anno. Poi, la seconda idea vincente di Gabriele. Il semplice frutto naturale o sotto sale non aveva una particolare versatilità in cucina e nell'uso quotidiano. Di qui, la necessità di dare nuovi significati e nuovi accenti al prodotto principe di Pantelleria.

Ecco, allora, i capperi “croccanti” in vasetto, realizzati con capperi dissalati ed essiccati prima al sole e poi in disidratatore, per dare alle ricette una nota croccante assolutamente inusuale per il cappero. Quindi, i capperi “spaziali”, liofilizzati e straordinariamente friabili, ideali per stuzzicare l’appetito in aperitivi di livello. Originale, anche la proposta della “foglia del cappero”, dalla buona consistenza e dall'aroma delicato, ideale da consumare nell'insalata, in una tartare di tonno o nelle capesante.

Dal vasetto alla busta per assaggiare la “granella di cucunci”: in questo caso, i frutti della pianta del cappero di grosse dimensioni vengono dissalati, essiccati, sbriciolati e setacciati. Risulta un prodotto croccante con i semi della pianta e parte della polpa del frutto che conferiscono ai piatti una nota aromatica e croccante, da abbinare a pesce crudo o primi piatti. Poi, la “polvere di capperi”, fine aromatica e profumata da utilizzare come insaporitore "magico" (c'è ma non si vede) su pietanze calde e fredde, piatti di pesce, di carne, insalate, zuppe e riso.

Rimangono sempre prodotti al top della gamma gli storici capperi in sale marino e quelli in olio extravergine d'oliva.

La Nicchia
Pantelleria (Tp)
via Stufe di Khazzen, 14
tel. 3401762113
glas@bonomoegiglio.it

ilGolosario 2019

DI PAOLO MASSOBRIO

guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario negozi

Scarica subito l'APP

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn