Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

La famiglia Tini: frantoiani dal 1921

Alistra Silva | 08-07-2019

Quattro le tipologie di extravergine delle colline teramane

La storia del bacino del Mediterraneo è legata da sempre alla pianta dell'olivo e al prodotto che ne deriva: l'olio. In particolare, nell'area compresa fra il Gran Sasso e il Mar Adriatico si estende una zona denominata "Terra degli ulivi", che ha una particolare vocazione olivicola e olearia che nasce dal passato e dalle caratteristiche del territorio rurale. Proprio qui, nel Comune di Castilenti (Te), dal 1921, opera il Frantoio Tini, dove l'attività di frantoiano viene tramandate di padre in figlio, per una produzione che, pur restando artigianale, nel tempo ha innovato i processi produttivi grazie a una lavorazione d'avanguardia.

Le olive sono selezionate tra quelle prodotte nel raggio di 10 km dallo stabilimento e raccolte al giusto grado di maturazione – che varia per le diverse cultivar – solo a mano e poste in cassoni forati per essere molite entro le 8 ore. La lavorazione si avvale di un moderno impianto a ciclo continuo, voluto da Roberta, Vincenzo e Carmine Tini nel 2015, che esegue l'estrazione a freddo (al di sotto dei 27 °C). Poi l’olio viene subito filtrato, analizzato e stoccato in cisterne di acciaio in ambiente e temperatura controllata, senza ossigeno e luce. Infine viene imbottigliato in bottiglie in vetro scuro di forma tronco conica, di altezza contenuta, che fanno filtrare pochissima luce e che sono numerate per la rintracciabilità di filiera grazie al progetto evolution, the story of your oil.

Nascono così l'extravergine Leonardo, da una miscela di olive Dritta, Leccino, Castiglionese e Leccio del corno raccolte nella prima decade di ottobre, per un fruttato medio con sentori di erba fresca e mandorla, dove l'amaro e il piccante sono piacevolmente equilibrati; Giotto è l'extravergine biologico da Dritta, Frantoio, Leccino e Rosciola, per un fruttato medio intenso, con sentori erbacei, di mandorla e di carciofo; Tintoretto è un olio monocultivar di Castiglionese, olive presenti soprattutto nel comune di Castiglione Messer Raimondo dal quale la cultivar prende il nome. È un fruttato leggero con note di mandorla e spezie, ideale per insalate di mare, cibi al vapore e dai sapori delicati. Infine Botticelli è un olio aromatizzato ottenuto dalla molitura congiunta di olive e limoni freschi, dall'aroma fresco e deciso.

Tutti questi oli sono disponibili in bottiglie in vetro da 500 ml, cilindri da 100 ml, lattine da 1 litro e da 5 litri. Per le occasioni speciali l'azienda realizza curate confezioni in cassette in legno, borse in iuta o carta e poi packaging personalizzati per eventi e regalistica, che possono essere spediti in tutta Italia e anche all'estero.


Frantoio Tini

contrada Pizzanocca, 1
Castilenti (Te)
tel. 3395969504
info@frantoiotini.it

 

 

ilGolosario 2019

DI PAOLO MASSOBRIO

guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario negozi

Scarica subito l'APP

TAGS
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn