Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Quando il miele è gourmet

Alistra Silva | 16-06-2017

Da 1600 alveari dislocati in varie regioni d'Italia per raccogliere le fioriture migliori nascono i mieli della linea Gourmet e la golosa Cremiel, una crema con miele e nocciole Igp

Nella capitale italiana del miele, a Tornareccio (Ch), opera da oltre 150 anni l'apicoltura ADI (Via Alcide De Gasperi, 72 - tel. 0872 868160 - www.adiapicoltura.it). Anzi, per dirla tutta, la città abruzzese è diventata leader in questo settore anche grazie all'attività della famiglia Iacovanelli, che negli anni Sessanta è stata tra i pionieri dell'apicoltura nomade in Italia.

Oggi, la quarta generazione cura 1.600 alveari costruiti con materiali naturali e dislocati in zone rurali delle diverse regioni italiane dove si trovano le fioriture migliori. A Tornareccio invece hanno sede sia lo stabilimento dotato di uno degli impianti di invasettamento e confezionamento più grandi d'Italia, che riesce a produrre fino a 40mila vasetti al giorno, sia la moderna sede direzionale con un piccolo museo, lo show room, gli uffici e persino uno spezio dedicato alla formazione.

Utilizzando solo energia pulita, il miele viene raccolto solo quando è maturo mediante un procedimento di smielatura per centrifugazione senza pastorizzazione che impoverirebbe il miele di molte vitamine ed enzimi. La scelta di non aggiungere zuccheri, coloranti e conservanti rappresenta la massima espressione di una tradizione di famiglia.

Le varietà di miele ADI che appartengono alla linea Gourmet sono il miele di acacia, limpido e trasparente, dal sapore fine e delicato, prodotto in Piemonte, Lombardia e Abruzzo; il miele di agrumi di colore dorato, sapore aromatico e leggermente acidulo, prodotto in Puglia e Calabria; il miele di castagno di colore scuro, sapore intenso con retrogusto amaro, prodotto in Piemonte, Lombardia e Calabria; il miele di eucalipto di colore ambrato scuro, sapore di malto e di zucchero caramellato, prodotto in Lazio e Calabria; la melata di bosco di colore marrone e sapore intenso e vegetale, prodotta in Piemonte, Lombardia e Abruzzo; il millefiori di colore giallo ocra, sapore delicato ed equilibrato, prodotto in Abruzzo e nelle Marche.

Oltre alle diverse tipologie di miele, l'apicoltura ADI produce anche polline, pappa reale, la Cremiel (una crema con miele e nocciole Igp), la crema al gianduia, torroni e torroncini, caramelle e gelatine con miele e il Plus Mellis un integratore a base di mieli e oli essenziali con proprietà balsamiche e lenitive. Il miele ADI è inoltre garantito da autorevoli certificazioni come il timbro di British Retail Consortium di Bureau Veritas, l'International Food Standard e lo Star-K-Kosher; mentre il miele biologico è certificato da Bio Agricert. Da conoscere.

ilGolosario 2019

DI PAOLO MASSOBRIO

guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario negozi

Scarica subito l'APP

TAGS
miele Abruzzo
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus