• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

All'Angolo dei Sapori di Torino tanta frutta e verdura, anche trasformate, e piatti pronti

Sandro Bocchio | 23-07-2018

Questo negozio merita la sosta anche per l'offerta dei prodotti a scaffale: dai sottoli alla pasta, dalle marmellate ai vini

Corso Re Umberto viene considerato a Torino un'arteria buona sola per il traffico. Ma, se avete la voglia di tuffarvi nei controviali, scoprirete perle inaspettate, come all'incrocio con via Legnano. Qui apre le vetrine L'angolo dei sapori, il regno di Salvatore Rindone che, dopo sei anni da dipendente, nel 1997 decide di provare con un negozio, forte dell'esperienza nell'ortofrutta. Un reparto che ancora oggi è il centro motore (basti vedere la qualità delle proposte) di una realtà evolutasi negli anni in un piccolo-grande regno del gusto.

Salvatore ha messo a frutto la passione di ricercatore di cose buone, nata dal rapporto con Teo Musso, l'inventore di Baladin. Così L'Angolo dei sapori – come avviene nei negozi gemelli di corso Duca degli Abruzzi 66 e piazza Carducci 163 – propone un'offerta di primissimo livello a scaffale: dalle paste di Masciarelli e Ferrigni alle lingue di Mario Fongo; dai sottoli pugliesi di Perché ci credo alle marmellate di Brezzo. E poi il riso de Gli Aironi, le uova bio di Claudio Olivero, i prodotti da forno del Mulin d'Barot, fino ad aceti, oli, bibite, vini e bollicine di qualità, senza dimenticare ovviamente le birre. Marche che mutano con frequenza, grazie alla ricerca di Salvatore, che ha selezionato una propria linea di prodotti e non ha dimenticato le origini siciliane in quello che è il punto di forza del negozio: la gastronomia, già pronta in vaschetta da asporto.

Il vanto è la lavorazione di frutta e verdura (cotta anche a vapore), con una trasformazione a crudo fatta due volte al giorno.

Da assaggiare la Parmigiana (alle melanzane o alle zucchine) mentre nei fine settimana escono anche piatti pronti di pesce e carne. Una peculiarità che Rindone vuole concretizzare in una trattoria, mentre al civico 34 dallo scorso autunno c'è il Barindo: vini eccellenti, disponibili al bicchiere grazie all'Enomatic (otto bottiglie conservate con l'azoto: scegli la dose, passi la carta prepagata e il gioco è fatto) e piatti pronti all'altezza, a cominciare dalla colazione.

ilGolosario 2019

DI PAOLO MASSOBRIO

guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario negozi

Scarica subito l'APP

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus