Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Don Filippo, orgoglio di Calabria

Marco Gatti | 15-04-2018

Da oggi a mercoledì 18 aprile, a Vinitaly, le ultime novità delle cantine celebri e i vini dei produttori non conosciuti che saranno i grandi del futuro

Al via questa mattina la 52ª edizione di Vinitaly. Da oggi a mercoledì 18 aprile, Verona è la capitale del vino mondiale. Nei padiglioni di Veronafiere, 4.319 cantine espositrici, gli artigiani di Sol&Agrifood, e ancora, Enolitech, ossia l’appuntamento internazionale con la tecnologia innovativa applicata alla filiera del vino e dell’olio e un programma fitto e interessante di convegni, degustazioni, incontri con gli chef e la grande cucina italiana.

L’inaugurazione è in programma alle ore 11, nell’auditorium Verdi, al piano -1 del Palaexpo, con la partecipazione del presidente di Veronafiere, Maurizio Danese, il sindaco di Verona Federico Sboarina, il presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello, il governatore della Regione Veneto Luca Zaia e il viceministro delle Politiche agricole, Andrea Olivero. Alla cerimonia è prevista la presenza anche della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.
Con l’occasione sarà illustrata la ricerca “Il futuro dei mercati, i mercati del futuro: Italy first in America?”, realizzata da Vinitaly-Nomisma Wine Monitor. Il focus riguarda i modelli di consumo e i trend futuri del settore vino negli stati di New York, California, Illinois, Minnesota e Winsconsin. A discuterne con Luciano Ferraro del Corriere della Sera, il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, il vicepresidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, Paolo De Castro, il direttore dell'Agenzia Ice di New York e Coordinatore della rete Usa, Maurizio Forte, e il responsabile di Nomisma Wine Monitor Denis Pantini.

E al Vinitaly, da anni fiera più prestigiosa del mondo del settore del vino e orgoglio italiano, brindiamo con la scoperta più bella della scorsa edizione (una delle esperienze più belle che si fa, nei padiglioni di Veronafiere, ogni anno, è che si torna sempre con qualche nuovo indirizzo). È il Terre di Cosenza Donnici Don Filippo, della cantina Eugenio Cundari (www.cantinecundari.it) di Figline Vegliaturo (Cs). Da uve magliocco e greco nero, si propone con veste rubino violacea, naso elegantissimo con note di viola e rosa baccarat, sentori di frutta rossa, spezie e tabacco. Di carattere, in bocca si segnala per la struttura e il sorso pieno, il gusto armonico, la lunghissima persistenza.

ilGolosario 2018

DI PAOLO MASSOBRIO

guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario negozi

Scarica subito l'APP

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus

Varvaglione - Papale Linea Oro, Primitivo di Manduria Dop

Varvaglione - Papale Linea Oro, Primitivo di Manduria Dop

Da uve di Primitivo selezionate accuratamente nel cuore della DOP e raccolte a mano in cassette.

Colore rosso intenso, dal gusto rotondo e morbido con profumi di confettura e frutti di bosco. Vino elegante e strutturato. Si abbina a carne rossa e selvaggina.

  • 28/06/2017

    Recensione sulla prima pagina della rinomata rivista giapponese "VINOTHEQUE".

    Leggi >
  • 01/05/2017

    Importante menzione sulla rinomata rivista "BUSINESS PEOPLE".

    Leggi >
  • 01/05/2017

    Attestato di merito dalla guida "VINI E CANTINE D'ITALIA 2017"

    Leggi >