Cerca tra 3170 ristoranti, 3903 cantine, 4568 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Barbera, il 2019 un anno da incorniciare!

Marco Gatti | 15-12-2019

Aspettando le barbere dell’ultimo millesimo, nelle festività natalizie, nel bicchiere l’emozione della Barbera d’Asti Montruc 2011 di Franco Maria Martinetti, un capolavoro!

Da Oscar! Il 2019 per la Barbera d’Asti docg è annata tra le migliori di sempre. Questo il giudizio espresso da 150 degustatori riuniti dalla Coldiretti Asti per l’annuale Anteprima. Unanime il verdetto. Da favola!

«Anche quest’anno – ha detto il professor Vincenzo Gerbi dell’Università di Torinoi territori della Barbera d’Asti confermano le loro caratteristiche: 21 vini tutti diversi uno dall'altro ma tutti di un livello molto alto di qualità». L’annata è da «5 stelle, perché è più piacevole degli anni precedenti – ha aggiunto – poiché ritengo che nel 2019 sia emersa tutta la forza della Barbera, anche nelle difficoltà climatiche, con un livello di maturazione forse leggermente più basso del 2018, ma più equilibrato dal punto di vista degustativo e quindi più piacevole».

In attesa di gustare le, a questo punto, attesissime espressioni del 2019, nelle prossime festività, immancabili, sulla tavola, bicchieri barberosi, ideali nell’abbraccio con primi e secondi della tradizione, con agnolotti e cappone in primis. Ricordando che la Barbera ha longevità sorprendente, nel bicchiere ve ne suggeriamo una, a nostro avviso, formidabile. È la Barbera d’Asti Montruc di Franco Maria Martinetti. Detto che con i suoi vini, a Natale, volendo, si può pasteggiare, approfittando anche dei sommi Brut Quarantatré, di complessità e struttura che lasciano senza fiato, del Martin, Timorasso dalle note di ginestra, cedro, mandorla dolce e miele, e dal sorso sapido e minerale, e dell’affascinante Barolo Marasco, dai profumi di viola e spezie e dal sorso caldo e raffinato.
Per quanto ci riguarda, condividendo con il nostro Conte Riccardo Riccardi, la passione per le sue Barbere, se del Bric dei Banditi se ne beve e se ne ribeve, siamo rimasti sbaccaliti davanti alla sua Barbera d’Asti Montruc 2011. Dal colore purpureo, ha profumi di viola, rosa, note di ciliegia e frutta rossa, elegantissima speziatura, mentre in bocca è uno spettacolo, con armonia mirabile, sorso ancora vivo e sostenuto da freschezza e sapidità, finale lunghissimo ed entusiasmante. Viva la Barbera!

ilGolosario 2020

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia

I ristoranti del ilGolosario 2020

DI GATTI e MASSOBRIO

Guida ai ristoranti d'Italia

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn