Cerca tra 2564 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

A Marco Gatti il premio "Gusto Di Vino", boom del gelato artigianale ed elogio dell'acqua, bene prezioso utile anche per prendere il sole

Il Golosario | 01-08-2017

La rassegna stampa del 01 agosto 2017

• Complimenti a Marco Gatti, ambasciatore del gusto che ieri sera, a Castelbuono, ha ricevuto dal maestro Nicola Fiasconaro il premio Gusto Di Vino.

• Tempi duri per il gelato confezionato “da bar”; il cibo simbolo del miracolo economico, negli ultimi 10 anni ha subìto un calo del -39,4% nella produzione. E mentre nei supermercati resistono ancora i multipack e le specialità da tavola (+63,6%), è boom per il gelato artigianale. (Corriere della Sera) @ Un dato confermato dall'iniziativa del dipartimento di Biologia dell’università di Tor Vergata, che in collaborazione con il Movimento culturale dei gelatieri ha inserito il gelato in un progetto di ricerca per creare il primo esemplare di “cono terapeutico”, arricchito con antiossidanti, omega-3 e probiotici. Presto sarà proposto in gusti originali come il cardo e il pomodoro. @ Estate tempo di gelati, ma anche di granite. Uno spuntino ideale per difendersi dal caldo della stagione, ma cui è necessario fare attenzione. E i medici avvisano: “Occhio all’igiene del barspesso il ghiaccio è contaminato” (Repubblica).

• I cannoli di bufala conquistano la Cina. Quelli prodotti da Terra Siciliae, azienda creata da 3 giovani nel Siracusano, superano i confini nazionali e riscuotono successo in Francia, Germania, Inghilterra, Polonia, Lussemburgo, Austria, Canada e Stati Uniti. (Avvenire) @ E in tema di bufala anche Francesco Trapani, ex ad di Bulgari passato al business dell’agroalimentare, punta sulla pizza napoletana. E per il marchio “Briscola - Pizza Society” avvia un piano di sviluppo volto ad espandere i punti vendita dapprima in Italia e Inghilterra, quindi nel resto d’Europa. (La Stampa)

• Un nuovo marchio a tutela dei prodotti ecologici “made in Italy”. Il Consiglio di stato ha dato il via libera al regolamento del ministero dell’ambiente per l’istituzione del marchio “Made Green Italy”, finalizzato a valorizzare la competitività dei prodotti italiani di elevata qualificazione ambientale (Italia Oggi)

• La rinascita di Castelluccio passa dalle lenticchie. A un anno dal terremoto in Centro Italia la piana di Castelluccio, in provincia di Norcia, è tornata ad alzare la testa grazie alla tenacia dei suoi agricoltori che, nonostante il tempo e le circostanze avverse, hanno portato avanti la coltivazione delle lenticchie. E che proprio oggi daranno avvio alla mietitura del prezioso legume. (Il Giornale)

• Paese che vai, forma di pagamento che trovi. Nel 40% delle stalle piemontesi le trattazioni avvengono ancora in lire. Non una questione politica ma un metodo che, secondo macellai e allevatori, permette operazioni più immediate e precise. Lo spiega Filippo Merli su Italia Oggi

Orti ferroviari in via Savona a Milano. E’ il sogno di Francesco Tusino, l’ex ferroviere che sul Corriere della Sera confida a Sara Bettoni di voler trasformare una vecchia casa cantoniera sita nella centrale via milanese in un polo della cucina a chilometro zero, con orti estesi sui binari della ferrovia e una cucina curata da generazioni di nonni e nipoti. “Sono aperto a tutte le proposte, l’importante è rivalutare l’area ed evitare che inizi un’operazione di speculazione edilizia”.

• “Nel mio vigneto sono barone, ma l’aristocrazia non ha senso”. Francesco Ricasoli, il nobile alla guida dell’omonima casa vinicola di Gaiole in Chianti, sul Giornale ripercorre la storia della sua cantina e confida: “Quando ci fu la crisi cacciai il direttore e ripresi il vecchio fattore: lui aveva a cuore l’azienda”.

• Il Piemonte sperimenta l’irrigazione a goccia per combattere la siccità. Un esempio arriva dalla cooperativa Dora Baltea, che applicando questa tecnica su 30 ettari coltivati a cereali ha risparmiato il 60% di acqua e gestito in modo più sostenibile l’utilizzo dei fertilizzanti. Maurizio Tropeano su La Stampa .

• Ma di acqua parla anche il nutrizionista Nicola Sorrentino, che su La Verità di stamane spiega come una buona idratazione possa favorire anche la tintarella. “Spesso sottovalutata - scrive - l’assunzione di acqua è fondamentale affinché la nostra pelle risulti maggiormente predisposta ad assorbire i raggi del sole”.

ilGolosario 2019

DI PAOLO MASSOBRIO

guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario negozi

Scarica subito l'APP

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn