Cerca tra 3170 ristoranti, 3903 cantine, 4568 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

L'Oro Nero del Monferrato conquista la Svizzera

Il Golosario | 09-05-2017

Il miele di bosco della cooperativa astigiana Abello scelto dalla principale catena di supermercati svizzeri Migros

Colore scuro, consistenza densa, gusto simile al caramello e un elevato contenuto di sali minerali. Sono queste le caratteristiche che hanno convinto il gruppo elvetico della grande distribuzione Migros ad inserire il miele di bosco prodotto dalla cooperativa astigiana Abello nell’assortimento dei propri punti vendita.

Si tratta di un particolare tipo di miele conosciuto anche come “miele di melata”, che si distingue dagli altri mieli prodotti per il processo di raccolta effettuato dalle api, che di norma raccolgono il nettare dai fiori di diverse varietà di piante mentre in questo caso, essendo interessate zone in cui la produzione di nettare è scarsa, le api ricorrono a un ingrediente alternativo, la melata, una sostanza zuccherina che si forma sulle parti verdi delle piante.

Un miele nato “per fortuita coincidenza” spiega Riccardo Civarolo, a capo della cooperativa Abello. “Con l’arrivo in Italia della Metcalfa Pruinosa, al seguito di una partita di legname proveniente dagli Stati Uniti, gli apicoltori si sono trovati una nuova fonte di nettare. In Piemonte la Metcalfa ha trovato le condizioni climatiche ideali e quella che era un’infestazione si è rivelata una grande opportunità per l’apicoltura. (…) La differenza tra il miele di bosco e quello di nettare è data dal fatto che il primo è stato elaborato da due insetti diversi, prima dalla Metcalfa, poi dall’ape. Per questo ha enzimi in quantità superiore”.

In cucina, rispetto al più comune miele d’acacia, il miele di bosco risulta poco indicato per dolcificare alimenti e bevande. Il suo migliore utilizzo è con il pane (meglio se integrale), i latticini e consumato come dessert, miscelato a un formaggio fresco. Le caratteristiche chimico-fisiche e organolettiche fanno di questo miele un alimento a basso indice glicemico, preferibile per chi soffre di diabete, ricco di oligosaccaridi, che lo rendono un naturale regolatore della flora intestinale, e di sali minerali (manganese, magnesio, ferro, potassio in primis). Ha inoltre proprietà lenitive, antibatteriche e antiossidanti; il suo consumo contrasta i radicali liberi e combatte l’invecchiamento.

 

 

ilGolosario 2020

DI PAOLO MASSOBRIO

Guida alle cose buone d'Italia

I ristoranti del ilGolosario 2020

DI GATTI e MASSOBRIO

Guida ai ristoranti d'Italia

TAGS
miele asti
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus LinkedIn