Cerca tra 2565 ristoranti, 3165 cantine, 4378 negozi e molto altro

CERCA
Chiudi Menu

A Lipomo per una full immersion nel mondo del caffè

Il Golosario | 18-12-2018

L’Esposizione Caffè Milani è un’esperienza unica per gli appassionati di questa bevanda

Il caffè è una questione di sapore e profumo ma anche (tanto) di cultura. Basta varcare la soglia dell’Esposizione Milani a Lipomo, vicino a Como, per capire che gli appassionati di caffè hanno trovato qui il loro luogo ideale. Il percorso espositivo, inaugurato con un’importante ristrutturazione aziendale nel giugno 2017, è oggi uno degli spazi dedicati al caffè assolutamente da visitare in Italia. Il motivo è semplice: il progetto storico e architettonico si è coniugato alla perfezione con la grande passione della famiglia Milani e, in particolare, di Pierluigi Milani che lo ha fortemente voluto.

La visita prende il via dal secondo piano con il caffè verde o crudo. Qui sono protagonisti i paesaggi delle coltivazioni, le immagini dei fiori bianchi del caffè, simili per forma e profumo al nostro gelsomino, le drupe mature al cui interno si trovano i chicchi, i processi di lavorazione e poi le attrezzature che mostrano il trasporto, la selezione con appositi “setacci”, i crivelli, con cui sono classificati i chicchi. Ancora, i sacchi con il caffè verde da guardare, toccare per verificarne la consistenza e l’assenza di profumi di ciò che con la tostatura diventerà un chicco di colore marrone che crescerà in volume, perderà in peso, si farà molto fragile, ma soprattutto ricco di una gamma aromatica intensa e ricchissima.

Sul fondo della sala una serra propone alcune piante di caffè arabica mentre, al centro, spicca una struttura di legno a forma di doppia foglia: al suo interno si trovano immagini del caffè al microscopio: chicchi verdi, tostati e macinati, ingrandimenti delle foglie: particolari invisibili a occhio nudo che affascinano.

Il primo piano è dedicato alla trasformazione del caffè in bevanda con una sezione sugli strumenti per la preparazione del caffè in ambito domestico e una sulle macchine professionali, da quelle a vapore fino a quelle a leva e, ancora, le prime macchine espresso. Questa è sicuramente l’area che da sola vale la pena del viaggio: oltre 150 pezzi collezionati dalla famiglia Milani con macchine casalinghe e macchine da bar che coprono un arco temporale di tre secoli (dal Settecento ai giorni nostri) con alcuni pezzi unici. Splendide le macchine a vapore dei primi del Novecento, con il loro complesso sistema di canali e tubetti per l’estrazione, quindi le macchine a leva di metà secolo fino ad arrivare alle macchine espresso che hanno dato il via alla moderna erogazione del caffè a partire dalla Faema E61 con la pompa in grado di conferire all’acqua la giusta pressione. La collezione fa il paio con l’esposizione di tazzine: 750, di ogni foggia e colore, parte di una collezione originale ancora più grande che conta in totale seimila pezzi.

Il viaggio dal caffè in chicco fino all’estrazione si conclude nella sala corsi e nell’affaccio sulla torrefazione, con la possibilità di portarsi a casa uno dei tanti prodotti della gamma aziendale.

È possibile visitare l’Esposizione Caffè Milani ogni primo e terzo venerdì del mese (in orario 8,00-12,00 e 14,00-18,00) prenotandosi preventivamente sul sito aziendale nella sezione https://www.caffemilani.it/esposizione-milani/ Prenota visita Esposizione Caffè Milani oppure telefonando allo 031 280778.

ilGolosario 2019

DI PAOLO MASSOBRIO

guida alle cose buone d'Italia

ilGolosario negozi

Scarica subito l'APP

TAGS
caffè
CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus