• ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario
  • ilGolosario

Cerca tra 2567 ristoranti, 3165 cantine, 4379 negozi e molto altro

CERCA
RICERCA AVANZATA
RESET
Chiudi Menu

Valleponci agriturismo fuori dal mondo

Silvana Rossi | 10-08-2017

Vini superbi e una cucina autentica sopra Finale Ligure

Agriturismo Valleponci: vino, camere e cucina. Così recita l’insegna dipinta su un muro bianco con un bel lampione a illuminare il davanti. Ma per arrivare qui, dovete percorrere una strada impervia, da Finale verso Valle Ponci (loc. Verzi - Val Ponci, 22 - tel. 3293154169 - www.valleponci.it). Ma veniteci, perché ci ringrazierete. Per due motivi. Il primo per il luogo selvaggio ma elegante, riposante col dehors di fuori, oppure nel calore degli interni con il caminetto acceso e le quattro belle camere, una diversa dall'altra. Il secondo motivo sono i vini spaziali che produce Giorgio Guidotti: un orange da uve pigato e una granaccia, di cui abbiamo parlato sulla Stampa. E poi ci ringrazierete per la cucina (attenzione pagamento solo in contanti), che è un incontro con la schietta tradizione del luogo. Non farete caso ai cinghialini che pascolano a pochi metri, oltre la grata, ma anche questo fa parte della convivenza che hanno saputo creare in questo luogo magico della nostra predilezione.

Appena seduti aprite una bottiglia di quell’Eretico color albicocca e gustate (nel senso letterale del termine) la panissa saltata con la cipolla rossa. Poi la tempura con le verdure di stagione, la torta di bietole e ricotta, la formaggetta fresca di latte vaccino con un po’ di olio, fino all’insalata russa. Tutto questo per 12 euro.

Fra i primi saranno imperdibili i testaroli al pesto, ma guai a non ordinare i ravioli di borragine alle erbe aromatiche e pinoli tostati che hanno una sfoglia fine, esemplare. E ancora le piccagge con zucca e baccalà e la sontuosa vellutata di lenticchie rosse con zenzero e arancia che sembra fatta apposta per sposare quell’Eretico che va giù come l’olio, speziato e sapido.

Ai secondi, con la Granaccia, ecco il coniglio “eretico” alla ligure con finocchi spadellati, che da solo vale il viaggio. C’è anche il polpo saltato alla Granaccia su passatina di patate alla maggiorana. Chi ama i sapori delicati si faccia portare lo sformatino di cavolo viola su crema di pecorini locali.

Al dolce: pere piccanti al vino orange con gelato, torta di cioccolato e flan di ricotta con arance caramellate.

Il menu degustazione è a 28 euro, i due vini autentici costano 14 euro e li valgon tutti. Farete un’esperienza.

CONDIVIDI
Facebook Twitter GooglePlus